Home  | La società agricola  | Zona di produzione  | News  | Visite guidate  | Caseificio  | Bottega  | Compra online  | Come raggiungerci  | Contatti  | Link  | Ricette  

  

 
Quali sono le origini del formaggio?
Le origini del formaggio risalgono ad un documento risalente al III millennio a.C., un fregio sumero dove sono rappresentati sacerdoti intenti alla lavorazione del latte.
La leggenda narra la scoperta del caglio avvenuta grazie alle ninfe, che, secondo la mitologia greca classica, avrebbero rivelato il segreto ad Aristeo, un pastore al quale spetta la diffusione del formaggio fra gli uomini. Sempre dall'antica Grecia deriva anche il termine formaggio, da formos, ovvero il paniere di vimini nel quale veniva messo il latte cagliato. Le prime notizie del Parmigiano Reggiano si hanno dal lontano 1200, quando monaci Benedettini iniziarono a produrre grosse forme di formaggio a lunga maturazione. Di certo oggi il formaggio è considerato un alimento fondamentale nell'alimentazione quotidiana, il Parmigiano Reggiano oltre ad essere ricco di calcio, fosforo, oligoelementi e vitamine è altamente digeribile ed il suo contenuto in colesterolo è fra i più bassi in assoluto, fra tutti i formaggi ed apporta solo 392 kcal con una stagionatura di 24 mesi e 369 kcal con una stagionatura di 12 mesi, contenendo più umidità, di valore energetico per 100gr.

Come conservare il formaggio?
Il luogo ideale per conservare il parmigiano è un luogo fresco, come la cantina, mentre il posto giusto per conservare il formaggio nel frigorifero è nel ripiano più basso all'interno di contenitori, in vetro o plastica, chiusi ermeticamente. E' bene toglierli un'ora prima del consumo e lasciarli a temperatura ambiente (tra i 6 e i 15 gradi) senza l'involucro. Ogni formaggio, infatti, all'interno del contenitore deve essere avvolto in una protezione di plastica o di alluminio.

Come servire a tavola il formaggio?
Anche il formaggio ha il suo manuale di bon ton. Il galateo prevede che il parmigiano grattugiato venga servito a parte sulla pasta, in modo tale da consentire ad ogni commensale di dosare a piacere, dalle apposite formaggiere, la quantità. Tuttavia, una spruzzata di parmigiano, andrebbe servita prima del sugo, per aiutare ad amalgamare il condimento. Nei risotti, invece, l'aggiunta del formaggio deve avvenire solo a fine cottura o, al massimo qualche minuto prima, per regalare alla pietanza un sapore più deciso.

Qual è l'abbinamento ideale del formaggio?
Ogni formaggio ha il suo abbinamento speciale: la gorgonzola con la polenta, i formaggi cremosi con la mostarda di frutta, quelli freschi con la verdure, uva o noci.
Anche la nostra caciotta La Butterina troàva un partner ideale con le olive, nere o verdi, ma anche, per i palati che amano il dolce, con il miele o la marmellata di mele, mentre il Parmigiano ben si sposa con le pere o con qualche goccia di aceto balsamico, ma anche da solo, con un buon bicchiere di vino, da sempre uno dei più classici abbinamenti del formaggio.
  Società Agricola Butteri - Via Scipione Passeri, 193 - 43039 Salsomaggiore Terme (PR)
Telefono e fax: 0524/570722 - Email: info@caseificiobutteri.it


   
Si confezionano cesti per festività natalizie, ricorrenze, regali aziendali, riffe, compleanni ecc.
Nuova Produzione
di Yogurt e Panna Cotta, solo con il nostro latte
   
Società Agricola Butteri
Via Scipione Passeri, 193 - 43039 Salsomaggiore Terme (PR)
Telefono e fax: 0524/570722 - Cell. 347 7159355
Email: info@caseificiobutteri.it
 
Parmigiano Reggiano DOP
Powered by Infocom Group Srl